Dona il tuo 5x1000 alle missioni agostiniane C.F. 97088690587

Fare Comunione - Numero 7/17 - 30 Aprile 2017

Bisettimanale di informazione della Parrocchia di Santa Rita

Torbellamonaca - Roma
N.07/17 - 30 Aprile 2017
Terza Domenica di Pasqua

"Lo riconobbero nello spezzare il pane"

 

Papa Franceso, pellegrino di pace in Egitto

 
Di fronte a uno scenario mondiale delicato e complesso, che fa pensare a quella che ho chiamato una “guerra mondiale a pezzi”, occorre affermare che non si può costruire la civiltà senza ripudiare ogni ideologia del male, della violenza e ogni interpretazione estremista che pretende di annullare l’altro e di annientare le diversità manipolando e oltraggiando il Sacro Nome di Dio.
Dio non vuole mai la morte dei suoi figli ma la loro vita e la loro felicità; Egli non può né chiedere né giustificare la violenza, anzi la detesta e la rigetta. Il vero Dio chiama all’amore incondizionato, al perdono gratuito, alla misericordia, al rispetto assoluto di ogni vita, alla fraternità tra i suoi figli, credenti e non credenti.
Pertanto è dovere di tutti proclamare che la storia non perdona quanti proclamano la giustizia e praticano l’ingiustizia; non perdona quanti parlano dell’eguaglianza e scartano i diversi. Abbiamo il dovere di smascherare i venditori di illusioni circa l’aldilà, che predicano l’odio per rubare ai semplici la loro vita presente e il loro diritto di vivere con dignità, trasformandoli in legna da ardere e privandoli della capacità di scegliere con libertà e di credere con responsabilità.
 

La Parola di Dio

 
Dal Vangelo di S. Luca 24,13-35
In quello stesso giorno [il primo della settimana] due dei [discepoli] erano in cammino per un villaggio di nome Èmmaus, distante circa undici chilometri da Gerusalemme, e conversavano tra loro di tutto quello che era accaduto. Mentre conversavano e discutevano insieme, Gesù in persona si avvicinò e camminava con loro. Ma i loro occhi erano impediti a riconoscerlo. Ed egli disse loro: «Che cosa sono questi discorsi che state facendo tra voi lungo il cammino?». Si fermarono, col volto triste; uno di loro, di nome Clèopa, gli rispose: «Solo tu sei forestiero a Gerusalemme! Non sai ciò che vi è accaduto in questi giorni?». Domandò loro: «Che cosa?». Gli risposero: «Ciò che riguarda Gesù, il Nazareno, che fu profeta potente in opere e in parole, davanti a Dio e a tutto il popolo; come i capi dei sacerdoti e le nostre autorità lo hanno consegnato per farlo condannare a morte e lo hanno crocifisso. Noi speravamo che egli fosse colui che avrebbe liberato Israele; con tutto ciò, sono passati tre giorni da quando queste cose sono accadute. Ma alcune donne, delle nostre, ci hanno sconvolti; si sono recate al mattino alla tomba e, non avendo trovato il suo corpo, sono venute a dirci di aver avuto anche una visione di angeli, i quali affermano che egli è vivo. Alcuni dei nostri sono andati alla tomba e hanno trovato come avevano detto le donne, ma lui non l'hanno visto». Disse loro: «Stolti e lenti di cuore a credere in tutto ciò che hanno detto i profeti! Non bisognava che il Cristo patisse queste sofferenze per entrare nella sua gloria?». E, cominciando da Mosè e da tutti i profeti, spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui. Quando furono vicini al villaggio dove erano diretti, egli fece come se dovesse andare più lontano. Ma essi insistettero: «Resta con noi, perché si fa sera e il giorno è ormai al tramonto». Egli entrò per rimanere con loro. Quando fu a tavola con loro, prese il pane, recitò la benedizione, lo spezzò e lo diede loro. Allora si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero. Ma egli sparì dalla loro vista. Ed essi dissero l'un l'altro: «Non ardeva forse in noi il nostro cuore mentre egli conversava con noi lungo la via, quando ci spiegava le Scritture?». Partirono senza indugio e fecero ritorno a Gerusalemme, dove trovarono riuniti gli Undici e gli altri che erano con loro, i quali dicevano: «Davvero il Signore è risorto ed è apparso a Simone!». Ed essi narravano ciò che era accaduto lungo la via e come l'avevano riconosciuto nello spezzare il pane. Parola del Signore.
 
 
 

GIORNO PER GIORNO CON IL VANGELO

Lunedì 1 maggio 2017 - San Giuseppe Lavoratore
MT 13,54-58. Non è costui il figlio del falegname?
 
Martedì 2 maggio 2017 - S. Anastasio, vescovo e Dottore della Chiesa
GV 6,30-35. Non Mosè, ma il Padre mio vi da il pane dal cielo.
 
Mercoledì 3 maggio 2017 - SS. Filippo e Giacomo, apostoli
GV 14,6-14. Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo?
 
Giovedì 4 maggio 2017 - 13° Giovedì di S. Rita
GV 6,44-51. Io sono il pane vivo, disceso dal cielo.
 
Venerdì 5 maggio 2017 - Beati Vincenzo Soler e compagni martiri OSA
GV 6,52-59. La mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda.
 
Sabato 6 maggio 2017
GV 6,60-69. Da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna.
 
Domenica 7 maggio 2017 - IV Domenica di Pasqua
GV 10,1-10. Io sono la porta delle pecore.
 
Lunedì 8 maggio 2017 - Beata Vergine Maria Madre della Grazia
GV 10,1-10. Io sono la porta delle pecore.
 
Martedì 9 maggio 2017
GV 10,22-30. Io e il Padre siamo una cosa sola.
 
Mercoledì 10 maggio 2017
GV 12,44-50. Io sono venuto nel mondo come la luce.
 
Giovedì 11 maggio 2017 - 14° Giovedì di S. Rita
GV 13,16-20. Chi accoglie colui che manderò, accoglie me
 
Venerdì 12 maggio 2017 - Beato Guglielmo Tirry, martire OSA
GV 14,1-6. Io sono la via, la verita e la vita.
 
Sabato 13 maggio 2017 - Beata Vergine Maria di Fatima e della Grazia
GV 14,7-14. Chi ha visto me, ha visto il Padre.

ATTIVITA' DELLA PARROCCHIA

Lunedì 1 maggio 2017
Inizio del mese mariano, SS. Messe ore 8.30 e 18.00
 
Giovedì 4 maggio 2017
13° giovedì di S. Rita, in preparazione alla festa
Ore 18.00 Celebrazione eucaristica
 
Sabato 6 maggio 2017
Ore 10.00 - 12.00 Adorazione in piazza
Ore 17.00 Canto mariano dell'Akathistos
 
Domenica 7 maggio 2017
Ore 10.15 Prime comunioni
Ore 21.00 Catechesi sui Dieci Comandamenti
 
Lunedì 8 maggio 2017
Ore 9.00 - 18.00 Adorazione Eucaristica Continua
Ore 21.00 Adorazione animata dai giovani
 
Giovedì 11 maggio 2017
14° giovedì di S. Rita, in preparazione alla festa
Ore 18.00 Celebrazione eucaristica
 
Sabato 13 maggio 2017
Ore 17.00 Canto mariano dell'Akathistos
 
Domenica 14 maggio 2017
Ore 10.15 Prime comunioni
Ore 21.00 Catechesi sui Dieci Comandamenti
 
DOMENICA 14 MAGGIO 2017 - ORE 11.30 - ANNIVERSARI DI MATRIMONI NELL'ANNO 10°, 25°, 40°, 50°
FESTA DELLA MAMMA - i mariti offrono una rosa alla moglie e i bambini alla mamma

 

 

PROGRAMMAZIONE DELLE CELEBRAZIONI RELIGIOSE PER IL MESE DI MAGGIO 2017

 

SONO ENTRATI NELLA VITA ETERNA

12 Aprile - Di Sarno Domenico, nato a Roma il 26.06.1964
 
14 Aprile - Di Cola Ercole, nato a Roma il 15.03.1930
 
18 Aprile - Federici Angiola, nata in S. Giovanni Incarico (FR) il 03.08.1935
 
22 Aprile - Manieri Rocco, nato a Palazzo S. Gervasio (PT) il 13.05.1948
 
23 Aprile - D'Angelo Antonio, nato a Roma il 23.05.1970
 
25 Aprile - Gavazzi Emanuela, nata a Roma il 06.01.1976
 
27 Aprile - Di Laura Agnese, nata in Alfedena (AQ) il 13.02.1932
 

SONO DIVENTATI FIGLI DI DIO CON IL BATTESIMO

22 Aprile - Elisa Pochesci
 
23 Aprile - Leonardo Giannandrea
 
23 Aprile - Arianna Aurio
 
23 Aprile - Giuseppe Olivadoti
 
23 Aprile - Ludovico Giovanni Maria D'Errico
 
25 Aprile - Valeria Tacito
 
25 Aprile - Francesco Perria